Qualche consiglio per salire in sella

Qualche consiglio per salire in sella

Viaggiare in sella ad una moto rappresenta una delle massime espressioni di libertà. Una vacanza sulle due ruote permette infatti di spostarsi in maniera indipendente, visitando zone meno conosciute e remote, non raggiungibili con i mezzi pubblici. E offre la possibilità di variare l’itinerario anche in corsa, cercando l’alloggio direttamente lungo il tragitto o campeggiando.

Prima di partire per la propria destinazione in sella alla moto, sia che si tratti di un weekend o di un viaggio di due settimane, è necessario organizzare l’equipaggiamento, preparare la moto, pianificare a grandi linee l’itinerario e soprattutto decidere cosa portare con sé. Quest’ultima è la parte più complicata perché in moto gli spazi a disposizione sono ridotti e quindi limitare il bagaglio all’essenziale è fondamentale.

Abbigliamento tecnico e accessori

Iniziamo dall’abbigliamento e gli accessori che devono essere minimal, confortevoli e funzionali. Scegliere un abbigliamento tecnico e gli accessori per i viaggi in moto è fondamentale perché proteggono dagli agenti atmosferici, come pioggia e vento, e garantiscono una maggiore sicurezza in caso di cadute o incidenti.

Partiamo dal casco e sottocasco, c’è chi prediligere un casco integrale con Bluetooth integrato per collegarlo al cellulare e ricevere chiamate, ascoltare la musica o le indicazioni del GPS e comunicare con gli altri motociclista.

Per quanto riguarda l’abbigliamento è necessario indossare pantaloni con protezioni, guanti con protezioni ed è consigliabile anche portarne un paio di ricambio, e infine indossare una giacca impermeabile, anche se è previsto sole è opportuno essere preparati ad ogni condizione atmosferica. Prediligete una giacca con imbottitura nei gomiti e sulle spalle per attutire i colpi in caso di caduta. Per le scarpe mettere degli stivali da moto oppure delle scarpe antiscivolo.

 Poi come accessori da portare con sé, sicuramente degli auricolari per cellulare ed il navigatore, tappi per le orecchie perché il rumore del vento potrebbe essere molto fastidioso, un foulard o una bandana sempre come protezione dal vento ed infine degli occhiali da sole.

Prima di partire

È sempre bene prima di ogni viaggio fare un controllo preventivo da un meccanico per verificare innanzitutto le luci di posizione e degli indicatori di direzione. Bisogna fare una prova che tutto funzioni correttamente, che non ci siano lampadine non funzionanti e che stop e frecce rispondano correttamente ogni volta che azionate la leva del freno e il comando sul manubrio degli indicatori di direzione. I motociclisti sono sempre poco visti rispetto agli automobilisti, soprattutto di notte, quindi meglio che luci, stop e frecce siano perfettamente funzionanti.

Prima di partire
Prima di partire

Importante il controllo ovviamente anche all’impianto frenante, pastiglie e l’olio dei freni, nel caso fossero consumate più della metà vi consigliamo di sostituirle. Le “scarpe” della vostra moto sono quelle che vi permettono di gustarvi tornanti, curve e soprattutto di stare in strada, quindi oltre al classico controllo della pressione dello pneumatico, dobbiamo anche valutare lo stato di usura del battistrada su tutta la superficie, che non dovrebbe essere mai inferiore ai 2 mm. La gomma dovrebbe avere uno stato di usura del tutto omogeneo, sia sui lati che al centro.

Ma possono comunque verificarsi dei guasti o imprevisti durante il tragitto, anche banali ed è quindi importante essere preparati, soprattutto nel caso in cui ci si trovi su strade rurali. È quindi necessario portare con sé anche un kit per la manutenzione che comprenda un kit di chiavi inglesi, un giubbottino catarifrangente, accessori vari per la riparazione, come il kit per riparare le gomme bucate o sgonfie, un manometro di pressione pneumatici, dei guanti ed una piccola tanica per la benzina ed olio di scorta per il motore.