Moto GP

Moto GP

La MotoGP è la massima categoria di moto da corsa su circuito definita dalla Federazione Internazionale di Motociclismo. È la regina delle gare motociclistiche su strada, con i più grandi piloti del mondo a bordo dei migliori prototipi di moto da corsa delle più grandi case motociclistiche. Dal 2002, la Classe 500 è stata sostituita dalla MotoGP. L’ultimo pilota della Classe 500 ad aver vinto è stato nientemeno che Valentino Rossi. La distanza minima da percorrere a gara è di 95 km, e quella massima di 130 km, varia in base alla lunghezza del circuito.

Le moto

Le moto appartenenti alla MotoGP sono dei prototipi non in vendita per uso stradale, le uniche eccezioni sono state la Ducati Desmosedici RR del 2007 e la Honda RC213V-S del 2015, motociclette omologate per la circolazione stradale ma strettamente derivate dalle rispettive MotoGP da competizione.

Sono moto di cilindrata 1000cc costruite su misura dal peso di soli 160 kg ma capaci di produrre 300 cavalli di potenza e raggiungere velocità massime di 350 km/h, servono dei veri e propri guerrieri per stare al manubrio di un moderno prototipo MotoGP.

Regolamento della MotoGp

Nella MotoGP, essendo la massima categoria di corse motociclistiche, la Formula Uno delle gare di motociclismo, ha un regolamento molto complesso, ma mai quanto quello della F1. Le moto appartenenti alla MotoGP sono prototipi, attualmente di cilindrata 1000cc, che dispongono di un pacchetto software universale valido per tutti i costruttori (l’Unità di controllo motore (ECU), dove solitamente avvengono tutti i trucchi del motociclismo). I responsabili di questo sport sono riusciti a imporre a tutti i costruttori questo pacchetto software universale, che non è neanche lontanamente complesso quanto lo era in passato.

Le principali regole della MotoGP sono moto a quattro cilindri, cambio a sei rapporti e carburante senza piombo. Questi sono i tipi di parametri con cui abbiamo a che fare nel regolamento della FIM per la MotoGP e non sono ammessi motori turbo. Per quanto riguarda il peso, il limite minimo per le moto appartenenti alla MotoGP è fissato a 157 kg, pilota escluso. La Formula Uno pesa invece pilota e auto insieme. La MotoGP ha inoltre un limite di carburante pari a 22 litri, semplicemente perché il carburante limita la potenza che una moto può raggiungere, più potenza richiede più carburante.

Le qualifiche di Moto GP

Le qualifiche di MotoGP consistono in giri di prove libere seguiti da 2 sessioni di qualifica. I dieci piloti che ottengono il miglior tempo nei giri delle prime tre prove libere si qualificano per la Q2, la principale sessione di qualifica. I risultati della Q2 stabiliscono il posizionamento dei piloti nelle prime quattro file della griglia di partenza. Gli altri 13 piloti che hanno ottenuto tempi maggiori accedono alla Q1 e competono per il posizionamento nella griglia di partenza dalla quinta fila in poi. I primi due classificati della Q1 accedono alla sessione di qualifica Q2. I 12 piloti della Q2 si battono per il posizionamento nelle prime quattro file della griglia di partenza, che prevede solo tre piloti per fila.

Le qualifiche di Moto GP
Le qualifiche di Moto GP

La MotoGP è uno sport molto appassionante, non soltanto da guardare, ma anche su cui scommettere. I fan possono scegliere tra diverse opzioni di scommessa, sia sul campionato che sulle singole gare di Gran Premio. Anche le scommesse hanno le proprie regole, create per garantire il massimo divertimento e un gioco corretto.