Itinerari in moto

Itinerari in moto

Gli itinerari in moto sono la linfa vitale di ogni appassionato di due ruote, il quale ha bisogno, ogni volta, di un muovo percorso da affrontare. Lo spirito d’avventura di qualunque centauro si dimostra anche nella scelta dell’itinerario da percorrere in moto. Tra paesaggi mozzafiato e tappe rigeneranti, la scelta della destinazione varia anche in base al periodo dell’anno in cui si svolgerà, e sono tutte varianti da tenere in considerazione per costruire la vacanza perfetta su due ruote. Mare o montagna, ma anche città d’arte, valichi e strade storiche, sono innumerevoli le opportunità per gli itinerari in moto in Italia e nel mondo.

Innanzitutto bisogna scegliere se rimanere vicino casa oppure avventurarsi in una località esotica, sia in uno che nell’altro caso sarà necessario definire un punto di partenza e uno d’arrivo; ma anche avere l’accortezza di informarsi sulle caratteristiche del paesaggio e delle strutture pronte ad ospitare dei veri centauri. Dal Passo dello Stelvio sulle Alpi alla Great Ocean Road in Australia, ciascuno di questi itinerari in moto è studiato da motociclisti, per i motociclisti.

Passo dello Stelvio in moto

Il passo dello Stelvio è un nome magico per i motociclisti e le sue curve sono un’attrazione incredibile soprattutto per tutti gli appassionati delle due ruote. Molti però ignorano che il valico è immerso nel “Parco Nazionale dello Stelvio” uno dei territori protetti più vecchi d’Italia. Fu infatti istituito nel lontano 1935, per salvaguardare l’immane patrimonio naturalistico sovrastato dalla stupenda scenografia del gruppo montuoso Ortles-Cevedale. Ad una quota di ben 2.758 metri, mette in comunicazione Lombardia, Svizzera e Trentino Alto Adige. È il passo dei record, il più alto d’Italia e il secondo più alto d’Europa.

Il tracciato viene denominata il “Tetto d’Italia” o la “Regina delle Strade”, un collegamento antichissimo, nato nell’Ottocento, voluto dall’imperatore Francesco I d’Austria e che oggi è considerato un vero capolavoro del mondo edile e stradale. Ben 25 chilometri che si snodano in un susseguirsi di tornanti abbarbicati lungo i pendii della vetta, 48 tornanti nel lato trentino e 36 nel lato lombardo con una pendenza che varia dal 7,1 al 7,7%. Un percorso che, dopo oltre due secoli, continua ad emozionare ed incantare i turisti di tutto il mondo, strepitoso, mozzafiato, unico per gli amanti dell’enduro. Lo Stelvio è da sempre votato al turismo e allo sport che ha reso le vette della Lombardia meta privilegiata di alta quota.

Il Passo dello Stelvio è una di quelle mete che merita di essere visitata almeno una volta nella vita. Per gli amanti del viaggio è uno di quei punti imprescindibili e da non perdere. Non solo per il suo tracciato avvincente ma soprattutto per il fascino indescrivibile fatto di panorami di rara bellezza con vette mozzafiato che spiccano e sovrastano una natura selvaggia ed incontaminata. 230 chilometri di pura bellezza: è la Great Ocean Road, probabilmente la strada più conosciuta e amata dell’Australia.

Passo dello Stelvio in moto
Passo dello Stelvio in moto

Great Ocean Road

La sua costruzione, vide impiegati i soldati australiani di ritorno dalla Prima guerra mondiale, e tutto il percorso è considerato oggi un memoriale di guerra, il più esteso al mondo. La Great Ocean Road non è un percorso “vero e proprio”, ma è una serie di tratti stradali, dalla lunghezza complessiva di 243 chilometri, che uniscono le città di Torquay e Allansford, nello Stato di Victoria, il più meridionale dell’Australia se si esclude la Tasmania.

Spesso considerato come uno dei percorsi più panoramici al mondo, percorrere la Great Ocean Road in moto è un “viaggio della vita”, tra parchi nazionali, scogliere, baie e insenature che disegnano dei balconi panoramici sull’Oceano Indiano.