Girare l’Italia in moto (Parte 2)

Girare l’Italia in moto (Parte 2)

Programmare i viaggi in moto in Italia significa armarsi di carta geografica e dar sfogo alla fantasia. Gli itinerari più affascinanti da percorrere quando si fanno viaggi in moto, sono in Italia, tra paesaggi mozzafiato, strade storiche e scorci suggestivi, il Belpaese presta fortemente il fianco alle gite in moto. Prima di accendere i motori, però, si impone una domanda: dove andare in moto?

I migliori itinerari italiani in moto sono quelli che coinvolgono non solo le grandi regioni come Lombardia, Piemonte e Sicilia, ma anche gli itinerari di viaggio che toccano Molise, Valle d’Aosta, Umbria e un po’ tutto il territorio italiano, da Nord a Sud.

Venti regioni, oltre cento province e migliaia di comuni: i viaggi in Italia aprono la possibilità unica di tour in moto per tutti i gusti, dalla montagna al mare, dai borghi alle isole. Dalle strade altissime del Passo dello Stelvio fino al Parco nazionale del Gargano, dalle dune sabbiose del Parco nazionale del Circeo passando per i passi appenninici, pronto a scoprire l’Italia in moto?

Gli spettacolari tornanti delle Dolomiti

Le Dolomiti sono in testa alla lista con il classico anello personalizzabile tra la Val Gardena e la Val di Fassa, per proseguire verso la Marmolada e sconfinare in Veneto fino a Cortina d’Ampezzo. Il percorso è un continuo saliscendi tra i valichi più spettacolari, primi tra tutti Gardena, Sella, Pordoi e Falzarego, con la possibilità di spingersi fino al Passo Rombo, che si raggiunge con una strada a pagamento al confine tra Austria e Italia. Una lunga serie di tornanti caratterizza lo stretto percorso che sale fino a quota 2.491 metri, ogni motociclista deve sperimentarlo almeno una volta nella vita. Suggestive in ogni stagione, le Dolomiti hanno un fascino particolare al tramonto quando le montagne si colorano di rosa.

Le infinite curve della Sicilia

Tra i must dei motociclisti siciliani c’è il circuito delle Madonie, 160 chilometri in cui si arrivano a sfiorare i 2000 metri di altitudine. Una serie infinita di curve con continui saliscendi che si è trasformata nel circuito di una delle gare automobilistiche più famose e antiche al mondo, la Targa Florio. Con partenza da Cefalù, la vera e propria arrampicata inizia da Castelbuono verso Geraci Siculo. Qui si è già entrati nel Parco delle Madonie, ma il meglio deve ancora venire. Petralia Soprana, posta a 1147 metri sul livello del mare, è una piccola gemma da custodire nel cuore perchè regala scorci panoramici e permette di vedere l’Etna in lontananza. Si prosegue poi per Pizzo Carbonara e Collesano, sede della Targa Florio e punto più alto dell’escursione. Da lì non resta che iniziare la picchiata che riconduce a Cefalù.

Le infinite curve della Sicilia
Le infinite curve della Sicilia

Visitare l’Italia è il sogno di ogni turista, ma anche di ogni italiano, e per gli appassionati delle due ruote il Bel Paese sa garantire esperienze davvero uniche. Visitare l’Italia in moto significa catturare l’essenza e la bellezza che le regioni italiane sanno offrire in maniera privilegiata.